Josh Ritter
Golden Age Of Radio
Signature 2002




Non sempre necessario essere originali per stupire ed emozionare. Molte volte una chitarra acustica in grado di dipingere, nell'immaginario di ognuno di noi, figure uniche ed universamente riconoscibili. Questo accade quando Josh Ritter attacca con You've Got The Moon: sudari stellari con impresso il volto di Nick Drake appaiono all'improvviso, mentre l'eco di Come And Find Me riporta alla mente una certa Mr. Bojangles. Folk, puro folk, niente di nuovo, ma comunque qualcosa dall'impatto emotivamente forte. Golden Age Of Radio questo: riferimenti su riferimenti. Drake (sottile punto di arrivo anche per il ritornello della title track, un vibrante pop acustico), Jerry Jeff Walker, Dylan (spirito guida per ogni cantautore) e Phil Ochs sono l'ispirazione musicale che dipinge le poetiche maturate in ventisei anni di provincia, a cui Springsteen ha dato molto (frammenti di Nebraska in Harrisbourg) e a cui la famiglia Buckley ha pagato tributo con due vite prematuramente spezzate. Cresciuto nell'Idaho e musicalmente forgiato nei club della bellissima Irlanda, Josh, con questo secondo album (l'esordio del 1999), dimostra un songwriting fluido ed impavido, che merita di essere messo a confronto con maestri del calibro di Cat Stevens (con Leaving), o Leonard Cohen (per il cantato della elettroacustica Other Side). Insomma, un disco per sognare ed unica colonna sonora in grado di accompagnarci in giro per l'America, come guidati da una radio che suona le note di John Prine e Townes Van Zandt (sentire Lawrence Ks, Me Me And Jiggs e Roll On), a ricordare cos la Golden Age Of Radio.
(Carlo Lancini)

www.joshritter.com