Van Wilks
Texas Jukin'
Dixie Frog/ Texas'51
2002



Non pi giovanissimo e guadagnatosi la fama assolo dopo assolo, Van Wilks uno dei migliori chitarristi in circolazione ad Austin e dintorni. Entrato di recente nella Texas Music Hall Of Fame e con una preparazione musicale che spazia da Hendrix agli ZZ Top, Van il crocevia ideale fra blues, heavy metal e rock chitarristico. In compagnia del bassista Mike Hynes e di Chris Skiles alla batteria, il chitarrista di Austin confeziona Texas Jukin', un album tirato, grintoso, che viaggia su binari famigliari alla potenza di un power trio, pur senza dimenticare parentesi elettroacustiche, che vedono la luce grazie ad alcuni pezzi strumentali (come Valley Of Fires e Down Island Girl, a ricordare i capitoli migliori di un certo Nils Lofren). Il vocabolario di Texas Jukin' non prevede la dizione pi pura del termine unplugged: la batteria picchia duro e la chitarra non da meno, regalando melodie heavy viziate dall'incursione di distorsioni, tastiere e percussioni varie (per Badly Mistaken e Crazy Inside). Con brani come Stone Cold Day e Cold Side Of Cool il nostro tenta di far trasparire le influenze blues, pur mantenendo potenza ed una poderosa vena heavy. Cavalcate elettriche in stile ZZ Top e Van Halen trovano compimento in una sorta di jam chitarristica, tecnica e veloce, base di brani come Crazy Inside e Go Down Easy. Non si pu certo affermare che Van Wilks sia un cantautore passionale e riflessivo, ma sicuramente un personaggio del suo calibro necessario per tenere alto il volume delle chitarre.
(Carlo Lancini)

www.vanwilks.com