Rh su FacebookRh su Twitter

Recensione del giorno [29.06.2017]

Jim Keaveny
Put It Together
[Jim Keaveny]

"...una voce nasale, un timbro un po' dylaniano, fatelo incontrare con la polvere del border messicano e le grandi storie dei troubadour texani..."




Ani DiFranco
Binary
[Righteous Babe]


"... una specie di commentario sociale sprofondato in atmosfere beatnik e noir alle quali si chiederebbe soltanto di durare più a lungo..."



Sam Baker
Land of Doubt
[Blue Limestone]


"...disegnando musiche e testi impressionisti, che lavorano di sottrazione, così come la voce stessa del protagonista, da sempre un sussurro che tende a recitare i sentimenti..."



Jason Isbell and
The 400 Unit
The Nashville Sound
[Southeastern/ Goodfellas]


"... si conferma un valido autore sia nelle musiche che nei testi e un cantante dotato di una voce calda, espressiva e sporca al punto giusto..."


Le ultime recensioni su RootsHighway
27.06.17

The Secret Sisters
You Don't Own Me Anymore
[New West]
"...ha preso forma come un compromesso fra lo stile Americana adulto e pop della produttrice e gli evidenti legami delle Secret Sisters con la tradizione..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
26.06.17

Graziano Romani
Soul Crusader Again
[Route 61 Music]
"... da profondo conoscitore del repertorio di Bruce, ha l'accortezza di scegliere canzoni poco conosciute o scritte per altri artisti, adatte alla sua miscela di rock e soul..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
24.06.17

Scott Cook
Further Down the Line
[Factor]
"...appartiene alla cerchia di quei musicisti costantemente sulla strada più per urgenza personale, per instancabile vocazione privata, che per necessità o passione..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
22.06.17

Real Estate
In Mind
[Domino]
"...hanno senso di esistere solo dentro quel perimetro di jangle pop in tono minore che loro stessi hanno tracciato con precisione fin dall'esordio..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
21.06.17

Lauren Barth
Farager
[Horton records]
"...ritmi tendenzialmente bassi e melodie cullanti, che la languida e intrigante voce della cantante riesce senza fatica ad esaltare al meglio..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
20.06.17

Matthew Ryan
Hustle Up Starlings
[Matthew Ryan]
"...il sentiero resta sempre lo stesso, con un attaccamento diremmo quasi maniacale a certi accordi, a determinate melodie..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
19.06.17

Thurston Moore
Rock n Roll Consciousness
[Caroline]
"...cinque brani, durate tra i sei e gli undici minuti, lunghe stordenti improvvisazioni, un sound che è quello di sempre, con veementi sventagliate rock..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
15.06.17

The Magpie Salute
The Magpie Salute
[Eagle/ Universal]
"... Rich, Marc e compagni mettono insieme un disco di improvvisazioni, strumentali, cover e brani rivisitati che ha il sapore di un biglietto da visita, una prima affermazione di sé..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
14.06.17

Kevin Morby
City Music
[Dead Oceans/ Goodfellas]
"...tenta l'album adulto, retrò-lover e citazionista, e ancorato ad una idea di canzone urbana che continua a guardare agli anni settanta, con in più gli elementi più tipici dell' indie-folk..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
13.06.17

North Mississippi Allstars
Prayer for Peace
[Legacy]
"...in studio serrano le fila, alzano il volume e azzannano con i riff, anche quando la fantasia e la varietà degli arrangiamenti non rappresenta certo il loro punto di forza..."
//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
12.06.17

David Corley
Zero Moon
[CRS]
"...nello star distante dalla scorante modernità, dimostra ancora i suoi pregi: chitarrista originale, pianista emotivo, cantante accorato, autore copioso..."



Don Bryant
Don't Give Up on Love
[Fat Possum/ Goodfelllas]


"...può ancora dimostrarci in trentotto minuti che fare soul è un arte che i giovani avranno pure imparato bene, ma il tocco da maestro è anche questione di storia e anagrafe..."



Bonnie Prince Billy
Best Troubador
[Domino/ Self]


"...non c'è nulla di banale nelle rivisitazioni offerte ma, al contempo, non c'è neppure nulla di inadeguato, di infedele, nulla di autoreferenziale o di omologato..."



Son of The Velvet Rat
Dorado
[Fluff and Gravy]


"...sfumature desertiche, sussulti cinematografici, risonanze elettroacustiche degne del più suggestivo tra i romanzi dedicati all'immaginario della provincia statunitense..."


 

 

 

 

 


Dischi del mese [giugno 2017]




Heath Green & The Makeshifters
Heath Green & The Makeshiters

[Alive/ Audioglobe]

"...il loro è un r&b sporcato di boogie rock invecchiato nel bourbon, dove il canto viscerale di Heath Green può sciogliere le briglie e trascinare il gruppo in una bettola..."




Jade Jackson
Gilded

[Anti/ Self]

"... Jade Jackson possiede una sua personalità ben formata e un songwriting che declina il tutto con un sensibilità femminile e una predilezione per ballate e tempi medi..."



 Spotify Playlist di RH


 Top five: la cinquina consigliata


RootsHighway segnala [giugno 2017]



Tom Russell
Play One More. The Songs of Ian & Sylvia
[True North/ IRD]


"...Russell sceglie un abito umile e asciutto, fedele all'anima di queste canzoni, per interpretare storie che ci parlano della grande epica americana..."

 


Gregg Allman
The Soul of a Southern Man


"...Gregg Allman ha un'anima. Ascoltatelo cantare e non sentirete solo parole, ma determinazione, sofferenza, desiderio e amore..."

 




    


© RootsHighway 2001-2016
Credits: la redazione