Torna allo Speciale



   ::
Nomi da non dimenticare e qualche escluso eccellente

   # Outsiders: Americana, alt-country & songwriters

1
Star Anna & The Laughing Dogs
Alone in This Together
(Local 638)
"...ballate gonfie di passione che si giocano tutto su dinamiche essenziali, su un crescendo che profuma di classic rock e che ingloba la tradizione senza tuttavia suonare esattamente "tradizionale". Non la solita figura roots al femminile dunque"
   
2
Zoe Muth & The Lost High Rollers
Starlight Motel
(Signature Sounds)
"...In un solo anno troviamo un combo più maturato e più affiatato, in grado di donare alle ballate e alla voce di Zoe una maggiore profondità e un maggiore feeling"
   
3
Jonny Corndwag
Down the Bikini Line
(K7)
"...Corndawg è un countrysinger a 360°, infatuato di tutto il movimento "outlaw", da Waylon Jennings a Billy Joe Shaver, con più un piglio da singer songwriter dei giorni nostri alla Bonnie Prince Billy o Jason Molina"
  
4
Old Californio - Sundrunk Angels   (Californio)
5
The Breakers - The Breakers   (Wicked Cool)
6
Patrick Sweany - That Old Southern Drag   (Nine Mile)
7
Chuck Ragan - Coverin' Ground   (Side One Dummy)
8
Big Harp - White Hat   (Saddle Creek)
9
The David Mayfield Parade - The David Mayfield Parade   (9th Grade)
10
Nick 13 - Nick 13   (Sugar Hill)


 

  
   # Outtakes:
indie rock, pop & new folk

1
Kurt Vile
Smoke Ring for My Halo
(Matador)
"...ormai convertito alle gioie di un suono più pieno di una band, potremmo collocarlo in un'area prossima al compianto Vic Chesnutt, uno che piaceva sia ai conservatori che ai progressisti della musica"
   
2
Destroyer
Kaputt
(Merge)
"...Bejar decontestualizza un suono, un'estetica inesorabilmente connotata (gli anni '80 più appariscenti e futili), e lo trapianta nel presente postindustriale, liberando significati nascosti"
   
3
Silent Feature Era
This Old Leather Heart   
(Grape Juice)
"...controluce le canzoni di Cathcart mostrano una solida filigrana folk, sia nei testi (con in più quel pizzico di weirdness che ci aspettiamo da un australiano), sia nella struttura armonica"
  
4
Thurston Moore - Demolished Thoughts   (Matador)
5
The Pains of Being Pure at Heart - Belong   (Play It Again Sam)
6
Fleet Foxes - Helplessness Blues (Sub Pop)
7
Nicole Atkins - Mondo Amore   (Razor & Tie)
8
Meg Baird - Seasons on Earth   (Drag City)
9
Stephen Malkmus and the Jicks - Mirror Traffic   (Matador)
10
Daniel Martin Moore - In the Cool of the Day   (Sub Pop)



  
   # BlackHighway:
blues, soul, r&b & black music

1
L.C. Ulmer
Blues Come Yonder
(Hillcountry)
"...per una volta spendere la parola di "bluesman" è appropriato e opportuno. Blues Come Yonder suona incontaminato, sviluppato su valori irrimediabilmente in via d'estinzione. Il blues è in queste undici tracce vivo e vegeto"
   
2
T-Model Ford
Taildragger
(Alive)
"...un ruvido disco elettrico molto interessante nel quale è accompagnato dai Gravelroad, la band che spesso lo segue in tour, un trio di Seattle cresciuto con il grunge che definisce la propria musica psychedelta blues"
   
3
Barrance Whitfield and The Savages
Savage Kings
(Munster)
"... il portavoce di un torrido r&b, mai preso troppo sul serio, che non si vergogna di fare a pezzi una certa tradizione da "deep south", portando un poco di sconquasso fra le mura dei Muscle Shoals e di tutta la leggendaria produzione del soul sudista"
   
4
James Keyes - Devil Take the Hindmost   (DIY)
5
Matt Andersen - Coal Mining Blues   (Busted Flat)

 

 



Torna allo Speciale